.
Annunci online

letteratura
2 marzo 2016
IL PREZZO DELLA VITA - PICCOLO ESTRATTO
Quello che pubblico ora è un piccolo estratto de "Il Prezzo della Vita", il romanzo che ho pubblicato per la CSA Editrice.

" - Quindi non mi ami? - chiese Jessica con una tenerissima aria smarrita - Allora perché mi stai facendo tutti questi discorsi da amico?
- Semplicemente perché in te ho rivisto me nel mio momento peggiore, volevo quindi metterti in guardia da quello che rischi di diventare - disse lui.
Il momento di silenzio stavolta fu lungo, sia perché Jessica non capì quello che l'uomo intendeva dire, sia perché lui stesso rimase stupito da quello che aveva appena detto. Ora, mentre parlava e non durante le lunghe riflessioni fatte nei giorni scorsi, aveva davvero capito il motivo per cui teneva tanto a quella ragazza. Lei stava vivendo quello che lui aveva vissuto tanti anni prima, per questo si sentiva in dovere di metterla in guardia sulle scelte che le si sarebbero poste innanzi. Non voleva dirle di non diventare come lui, voleva solo farle capire che, qualunque strada avesse deciso di percorrere, avrebbe comportato un prezzo alto, cosa che lui stesso aveva capito troppo tardi. Una lacrima uscì a bagnargli un viso che da numerosi lustri aveva mantenuto la maschera di durezza che a lui serviva, nascondendo quello che ora stava per rivelare a Jessica.
- Credo sia giusto che io ti racconti la mia storia ..."

Francesco Abate - Il Prezzo della Vita - CSA Editrice

www.csaeditrice.it
letteratura
29 febbraio 2016
LA VIA DEL CODARDO
Questa poesia la dedico a tutte le persone che amano piangersi addosso invece che reagire e raddrizzare la propria vita.

Nella guerra ci sei nata,
camminavi spensierata
verso i campi freschi e verdi
e ti sei smarrita
in questo campo minato.
I proiettili fischiano crudeli,
non si stancano e
mai si fermeranno,
il cielo vomita bombe
e la terra fa germogliare fuoco.
Senti il sapore del tuo sangue,
i graffi ricoprono il tuo pallido corpo
e i passi pesano quanto il mondo.
La guerra è caos, la guerra è rumore,
la guerra è lunga e non si stanca mai.
Il campo minato è pieno
di soldati smarriti come te
e c'è chi stringe i denti
si aggrappa a un sogno
e corre verso la libertà,
verso la pace.
Il campo minato è pieno
di soldati feriti come te
e c'è chi si abbandona
sceglie la via del codardo,
la via più comoda,
e piange, e inveisce
contro il mondo.
Nella guerra ci sei nata,
nel campo minato ora piangi
sperando nell'aiuto del caso
che dal cielo scenda e ti sollevi,
ma dimentichi che è una guerra:
si salva solo chi combatte!

Francesco Abate

Disclaimer e copyright: tutto ciò che è scritto in questo blog è di proprietà dell'autore ai sensi della legge n.633 del 22/04/1941.La medesima legge,dell'articolo 171, sanziona penalmente la condotta di chi,senza il consenso dell'autore, riproduce, trascrive,diffonde o pone in commercio l'opera altrui .Se qualcuno intende usufruirne, è pregato di contattare l'autore per averne il permesso.

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica, in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7/03/2001.

La pubblicazione,totale o parziale,di alcune immagini presenti in questo blog,non intende violare alcun copyright e non avviene a scopo di lucro. Qualora i rispettivi autori si sentano lesi nei propri diritti, sono pregati di contattarmi e inseguito provvederò a rimuovere il materiale in questione.


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. poesia

permalink | inviato da zinonno il 29/2/2016 alle 22:45 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
letteratura
21 dicembre 2015
IL PREZZO DELLA VITA
È con grande gioia che vi annuncio la pubblicazione del mio secondo romanzo, "Il prezzo della vita", per la CSA Editrice. 

Il romanzo narra le vicende di un uomo imbruttito dalla vita, cinico e spietato, che vive la vita comprando e vendendo tutto, tanto i beni quanto i sentimenti. La vita però gli darà una dura lezione. La vicenda mostra poi come il male possa essere contagioso, come cioè facendo del male ad altre persone le si spinga a fare altro male, creando terribili catene.

Ulteriori informazioni sul romanzo potrete trovarlo sul sito dell'editore, www.csaeditrice.it, sui siti di vendita online di libri, sulla pagina Facebook dello scrittore (Francesco Abate, lo scrittore battipagliese) e sull'account twitter (https://twitter.com/FrancescoAbate3).

Grazie a tutti.

Francesco Abate




Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. romanzo francesco abate il prezzo della vita

permalink | inviato da zinonno il 21/12/2015 alle 22:34 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
letteratura
8 dicembre 2015
COME SE NON CI FOSSE UN DOMANI
Come se non ci fosse un domani
respiro i canti della notte
e mi lavo dei rumori
e delle bruciature della vita,
una pioggia di silenzio
immerge la mia essenza
e galleggio in una sinfonia
che lieve come una foglia
mi trasporta e mi cala
sul freddo pavimento del mondo
dove l'abbraccio dell'erba
dona riposo alla schiena stanca
e il profumo del cielo sereno
caccia via dalla mia mente
i pensieri agitati che mi feriscono.
Come se non ci fosse un domani
ascolto il silenzio del sogno
e caccio via i rumori
e gli schiaffi in faccia della vita.
Come se non ci fosse un domani,
legami a te, o notte.

Francesco Abate

Disclaimer e copyright: tutto ciò che è scritto in questo blog è di proprietà dell'autore ai sensi della legge n.633 del 22/04/1941.La medesima legge,dell'articolo 171, sanziona penalmente la condotta di chi,senza il consenso dell'autore, riproduce, trascrive,diffonde o pone in commercio l'opera altrui .Se qualcuno intende usufruirne, è pregato di contattare l'autore per averne il permesso.

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica, in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7/03/2001.

La pubblicazione,totale o parziale,di alcune immagini presenti in questo blog,non intende violare alcun copyright e non avviene a scopo di lucro. Qualora i rispettivi autori si sentano lesi nei propri diritti, sono pregati di contattarmi e inseguito provvederò a rimuovere il materiale in questione.


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. poesia

permalink | inviato da zinonno il 8/12/2015 alle 17:33 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
letteratura
15 novembre 2015
VORREI RIENTRARE
Capitano eventi incomprensibili che ci fanno sentire fuori dalla vita, come se fossimo qualcosa di estraneo e non capissimo cosa abbiamo intorno. L'odio e la violenza sono cose che viviamo ogni giorno, ormai anche l'intrattenimento ce li propina a sazietà, eppure non siamo ancora in grado di comprenderli appieno. La poesia che segue esprime la voglia di reinserirsi nella vita di chi si trova in un contesto che non capisce, ha paura però vorrebbe rientrare.

Vorrei rientrare,

la porta è chiusa,

la pioggia bagna i miei vestiti

e il freddo mi percuote le ossa.

Sento una bomba

nel cielo buio,

il cuore batte a ritmo di morte

e sudo nel gelo dell’inverno.

Vorrei rientrare,

la porta è chiusa

e i canti di pace sono morti.

Sotto la pioggia di sangue

è bruciato anche l’autunno.

Vorrei trovare

un occhio amico,

ma c’è il sonno della ragione.

Come il diserbo le piante,

l’odio ha seccato la vita

e laddove erano risate

e laddove era musica

crescono parole secche

e piove rabbia a gocce.



Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. poesia

permalink | inviato da zinonno il 15/11/2015 alle 18:17 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
letteratura
27 settembre 2015
NOTTE

Latrati dei cani nel vento,

il canto della civetta

squarcia la quiete della notte,

l’urlo della tempesta

scuote il sonno in cui vivo.

Perché son così piccolo?

Perché son così debole?

I raggi solari mi han lasciato leone,

nella notte restotremante come un bimbo.


Disclaimer e copyright: tutto ciò che è scritto in questo blog è di proprietà dell'autore ai sensi della legge n.633 del 22/04/1941.La medesima legge,dell'articolo 171, sanziona penalmente la condotta di chi,senza il consenso dell'autore, riproduce, trascrive,diffonde o pone in commercio l'opera altrui .Se qualcuno intende usufruirne, è pregato di contattare l'autore per averne il permesso.

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica, in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7/03/2001.

La pubblicazione,totale o parziale,di alcune immagini presenti in questo blog,non intende violare alcun copyright e non avviene a scopo di lucro. Qualora i rispettivi autori si sentano lesi nei propri diritti, sono pregati di contattarmi e inseguito provvederò a rimuovere il materiale in questione.

Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. poesia

permalink | inviato da zinonno il 27/9/2015 alle 21:49 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
letteratura
10 settembre 2015
NOTTE INSONNE

Una musica pigra

galleggia eterea

nel neon bianco

e le farfalle

confuse e stanche

perdono la guerra

contro il tempo.

La schiena è curva

e l’occhio cade,

l’aria è pesante

e il tempo pesa.

Non c’è sorriso a curare l’anima,

non c’è sogno a ingannare la mente.

La notte lunga

cammina lenta

e ruba le stelle

agli occhi stanchi

che implorano luce.



Disclaimer e copyright:tutto ciò che è scritto in questo blog è di proprietà dell'autore ai sensi della legge n.633 del22/04/1941.La medesima legge,dell'articolo 171, sanziona penalmente la condottadi chi,senza il consenso dell'autore, riproduce, trascrive,diffonde o ponein commercio l'opera altrui .Se qualcuno intende usufruirne, è pregatodi contattare l'autore per averne il permesso.

Questo blognon rappresenta una testata giornalistica, in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non puòpertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del7/03/2001.

La pubblicazione,totale o parziale,di alcune immagini presenti in questo blog,non intendeviolare alcun copyright e non avviene a scopo di lucro. Qualora i rispettiviautori si sentano lesi nei propri diritti, sono pregati di contattarmi e inseguito provvederò a rimuovere il materiale in questione.


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. poesia

permalink | inviato da zinonno il 10/9/2015 alle 9:58 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
letteratura
3 settembre 2015
SETTEMBRE

L’estate morente

esplode

in un colpo di coda

assolato e fresco.

La notte incombe

ma il buio

sarà condito di stelle

gaie e benigne.

La brezza pigra

ricorda

il canto del mare

che s’allontana.

Le morbide pesche

si scansano

e lasciano il passo

a spinosi fichi d’india.

Sotto le spine di un’estate morente

quieta è la dolcezza di una nuova primavera.


Disclaimer ecopyright: tutto ciò che è scritto in questo blog è di proprietà dell'autore ai sensi della legge n.633 del 22/04/1941.La medesima legge,dell'articolo 171, sanziona penalmente la condotta dichi,senza il consenso dell'autore, riproduce, trascrive,diffonde o pone incommercio l'opera altrui .Se qualcuno intende usufruirne, è pregato dicontattare l'autore per averne il permesso.

Questo blog nonrappresenta una testata giornalistica, in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertantoconsiderarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7/03/2001.

Lapubblicazione, totale o parziale,di alcune immagini presenti in questo blog,non intende violare alcun copyright e non avviene a scopo di lucro. Qualora irispettivi autori si sentano lesi nei propri diritti, sono pregati dicontattarmi e in seguito provvederò a rimuovere il materiale in questione.

Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. poesia

permalink | inviato da zinonno il 3/9/2015 alle 10:46 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
letteratura
21 agosto 2015
GIRA E GUARDA

La Terra rotola

e da qualche parte finirà,

forse cadrà nella merda

o in un mare di petali di rose.

La Terra gira

e guarda il tutto che è in giro,

vedrà una nuova estate

o un freddo inverno senza fine.

La Terra non vuole fermarsi,

i giorni scappano via

e le notti li inseguono,

camminiamo dispersi

lungo strade straniere,

guardiamo tutto il mondo intorno

senza la paura dello sperduto

ma con lo stupore delturista.



Disclaimer e copyright:tuttociò che è scritto in questo blog è di proprietà dell'autore ai sensi della legge n.633 del22/04/1941. Lamedesima legge,dell'articolo 171, sanziona penalmente la condotta di chi,senzail consenso dell'autore, riproduce, trascrive,diffonde o pone in commerciol'opera altrui .Se qualcuno intende usufruirne, è pregato di contattarel'autore per averne il permesso.

Questo blog non rappresentauna testata giornalistica, in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsiun prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del7/03/2001.

La pubblicazione, totale o parziale,di alcune immagini presenti in questo blog, non intende violare alcun copyrighte non avviene a scopo di lucro. Qualora i rispettivi autori si sentano lesi neipropri diritti, sono pregati di contattarmi e in seguito provvederò a rimuovereil materiale in questione.


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. poesie

permalink | inviato da zinonno il 21/8/2015 alle 10:22 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
letteratura
12 luglio 2015
QUELLO CHE ERO, QUELLO CHE SONO

Quello che ero sembra così lontano,

ma è un’ombra che mi resta attaccata

e quello che sono è anche suo figlio,

miei genitori sono gli errori che ho commesso.

La Luna è gigante in questo cielo

e sembra la regina di tutto quello che c’è,

morto è ormai il Sole del giorno,

ma è la sua luce a dare la vita a questa regina.

Volevo essere un re, o almeno un eroe,

camminare su tappeti di gloria

e compormi di stelle eterne,

ma il barbone patetico che scrive questi versi

cadde da cavallo alla prima carica.

La polvere è stata l’unico mio tappeto

e nessuna gloria mi ha baciato le guance,

sono figlio della caduta che presi,

i re non sanno cadere bene come i perdenti

e io ho imparato a nonrompermi le ossa.


Disclaimer ecopyright:tutto ciò che è scritto in questo blog è di proprietà dell'autore ai sensi della legge n.633 del22/04/1941.La medesima legge,dell'articolo 171, sanziona penalmente la condottadi chi,senza il consenso dell'autore, riproduce, trascrive,diffonde o poneincommercio l'opera altrui .Se qualcuno intende usufruirne, è pregatodicontattare l'autore per averne il permesso.

Questo blognonrappresenta una testata giornalistica, in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non puòpertantoconsiderarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del7/03/2001.

La pubblicazione, totaleoparziale, di alcune immagini presenti in questo blog, non intende violarealcuncopyright e non avviene a scopo di lucro.Qualora i rispettivi autori sisentanolesi nei propri diritti, sono pregati di contattarmi e in seguitoprovvederò arimuovere il materiale in questione.

Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. poesie

permalink | inviato da zinonno il 12/7/2015 alle 17:1 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
sfoglia
  

Rubriche
Link
Cerca

Feed

Feed RSS di questo 

blog Reader
Feed ATOM di questo 

blog Atom
Resta aggiornato con i feed.

Curiosità
blog letto 31268 volte




IL CANNOCCHIALE